Oltre l’ombra del grande fico. Appunti di ricerca sul Quartiere Dantesco

12,00

La ricerca sul rione in cui nacque e abitò Dante, dunque sulle case degli Alighieri, ruota da sempre attorno a un baricentro immaginario: un antico albero di fico che il capostipite Ali- ghiero avrebbe piantato, insieme a suo fratello, in un terreno nei pressi della chiesa romanica di San Martino.
Se Piero Bargellini immaginava Dante neonato oscillare nella culla all’ombra di quell’albero, lo stesso Poeta impiegò, nella Commedia, l’immagine del dolce fico per testimoniare un’ide- ale di fiorentinità che si contrapponeva a certi nuovi ricchi, “grezzi” come il macigno da cui provenivano. E proprio un membro della famiglia dei Sacchetti, originari della rocciosa Fiesole, assassinò Geri di Bello Alighieri nel corso delle lotte tra le fazioni politiche. Il grande albero aveva smesso di pro- teggere la gioventù di Dante, Lapo, Francesco…gli equilibri del rione erano ormai sovvertiti.
Questi eventi ed altri, curiosi quanto a volte drammatici, re- stano in filigrana nella ricerca sui luoghi della vita fiorentina degli Alighieri, come gli orti tra le chiese di San Martino e Santa Margherita, gli ombrosi vicoli dietro la Badia Fiorenti- na, le merlate torri dei Cerchi e dei Donati.
Nato dal testo di un documentario video e dunque impostato a mo’ di guida, questo libretto è da considerarsi un riferimento per ambientarsi, più che in un luogo, nella storia di una ricer- ca, complessa e affascinante, che ebbe i suoi nodi essenziali più di un secolo fa – ma che riesce ancora a riflettersi nelle nostre anime.

Categoria: Tag: , Product ID: 6992

Descrizione

OLTRE L’OMBRA DEL GRANDE FICO
Appunti di ricerca sul Quartiere Dantesco di Firenze
di Lorenzo Pecchioni e Enio Pecchioni
€ 12,00
ISBN 9788832211269
Tratto dal Testo del documentario “Fiorendipità” aggiornato a nuova ricerca
Firenze, dicembre 2019
pp. 102, edizione tascabile

La ricerca sul rione in cui nacque e abitò Dante, dunque sulle case degli Alighieri, ruota da sempre attorno a un baricentro immaginario: un antico albero di fico che il capostipite Ali- ghiero avrebbe piantato, insieme a suo fratello, in un terreno nei pressi della chiesa romanica di San Martino.
Se Piero Bargellini immaginava Dante neonato oscillare nella culla all’ombra di quell’albero, lo stesso Poeta impiegò, nella Commedia, l’immagine del dolce fico per testimoniare un’ide- ale di fiorentinità che si contrapponeva a certi nuovi ricchi, “grezzi” come il macigno da cui provenivano. E proprio un membro della famiglia dei Sacchetti, originari della rocciosa Fiesole, assassinò Geri di Bello Alighieri nel corso delle lotte tra le fazioni politiche. Il grande albero aveva smesso di pro- teggere la gioventù di Dante, Lapo, Francesco…gli equilibri del rione erano ormai sovvertiti.
Questi eventi ed altri, curiosi quanto a volte drammatici, re- stano in filigrana nella ricerca sui luoghi della vita fiorentina degli Alighieri, come gli orti tra le chiese di San Martino e Santa Margherita, gli ombrosi vicoli dietro la Badia Fiorenti- na, le merlate torri dei Cerchi e dei Donati.
Nato dal testo di un documentario video e dunque impostato a mo’ di guida, questo libretto è da considerarsi un riferimento per ambientarsi, più che in un luogo, nella storia di una ricer- ca, complessa e affascinante, che ebbe i suoi nodi essenziali più di un secolo fa – ma che riesce ancora a riflettersi nelle nostre anime.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Oltre l’ombra del grande fico. Appunti di ricerca sul Quartiere Dantesco”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares