Io, Eleonora de Toledo

18,00

di Francesca Rachel Valle

La Señora Leonor Álvarez de Toledo y Osorio, moglie di Cosimo I de’ Medici, fu un esempio d’emancipazione per tutte le donne del Cinquecento, ancor oggi attuale. Fu un’icona di rara eleganza, cambiò il gusto estetico del suo tempo.
Il vero talento di Doña Leonor, tuttavia, si manifestò nel suo fiuto per gli affari: concedeva prestiti, commerciava in sale e grano, metteva a coltura terreni paludosi, acquistava beni immobili e fattorie. Per la duchessa questi investimenti non furono un semplice accumulo di ricchezza ma, con grande probabilità, rappresentarono il suo personale contributo al risanamento delle casse del principato mediceo, di fatto sua nuova patria.
Eleonora fu una donna libera e liberata, consapevole del potere esercitato dalla propria indipendenza economica. Portò in dote grandi ricchezze, parentele influenti, utilissime alla crescita del nascente stato toscano, dimostrandosi al contempo una perfetta padrona di casa. Fu una madre amorevole, si prese cura lei stessa dei figli dandogli un’educazione moderna. Donna dinamica, andava a cavallo, amava cacciare e studiare gli antichi saperi. Eleonora, dall’aurea autorevole e colma di pietas, per prima fu sostenitrice del mondo femminile: nel suo testamento destinò somme di denaro per affrancare le schiave di corte dalla loro odiosa condizione.
Consapevole del proprio ascendente, Eleonora seppe coniugare l’economia di Firenze con la grande bellezza, l’astuzia imprenditoriale con l’intelligenza sensibile, mostrandosi sempre fedele al “Duca suo” e alla sua nazione.

Con un contributo di Bianca Cappello e Samuele Magri
“Abiti e gioielli di Eleonora da Toledo”

Descrizione

IO, ELEONORA DE TOLEDO. DONNA MODERNA IN CASA MEDICI
di Francesca Rachel Valle
Press & Archeos, Firenze 2022
€ 18,00
pp. 240, brossura, formato 14,8×21 con alette
ISBN 978-88-32211-70-2

Francesca Rachel Valle (Venezia, 1969) si è laureata all’Accademia di Belle Arti di Venezia con una tesi sulla realtà virtuale applicata all’arte. Ha lavorato presso la Biennale di Venezia. È stata operatrice didattica museale presso la Sinagoga di Firenze e la Fondazione Palazzo Strozzi. Cresciuta nel Ghetto Ebraico di Venezia, vive e lavora a Firenze esercitando la professione di Guida Turistica Qualificata. Da anni si occupa della valorizzazione delle attrattive storiche, artistiche, monumentali, paesaggistiche della città di Firenze. Svolge visite guidate secondo l’antico linguaggio della Tradizione ermetica scoprendo il significato nascosto delle opere d’arte.

Con un contributo di Bianca Cappello e Samuele Magri
“Abiti e gioielli di Eleonora da Toledo”

La Señora Leonor Álvarez de Toledo y Osorio, moglie di Cosimo I de’ Medici, fu un esempio d’emancipazione per tutte le donne del Cinquecento, ancor oggi attuale. Fu un’icona di rara eleganza, cambiò il gusto estetico del suo tempo.
Il vero talento di Doña Leonor, tuttavia, si manifestò nel suo fiuto per gli affari: concedeva prestiti, commerciava in sale e grano, metteva a coltura terreni paludosi, acquistava beni immobili e fattorie. Per la duchessa questi investimenti non furono un semplice accumulo di ricchezza ma, con grande probabilità, rappresentarono il suo personale contributo al risanamento delle casse del principato mediceo, di fatto sua nuova patria.
Eleonora fu una donna libera e liberata, consapevole del potere esercitato dalla propria indipendenza economica. Portò in dote grandi ricchezze, parentele influenti, utilissime alla crescita del nascente stato toscano, dimostrandosi al contempo una perfetta padrona di casa. Fu una madre amorevole, si prese cura lei stessa dei figli dandogli un’educazione moderna. Donna dinamica, andava a cavallo, amava cacciare e studiare gli antichi saperi. Eleonora, dall’aurea autorevole e colma di pietas, per prima fu sostenitrice del mondo femminile: nel suo testamento destinò somme di denaro per affrancare le schiave di corte dalla loro odiosa condizione.
Consapevole del proprio ascendente, Eleonora seppe coniugare l’economia di Firenze con la grande bellezza, l’astuzia imprenditoriale con l’intelligenza sensibile, mostrandosi sempre fedele al “Duca suo” e alla sua nazione.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Io, Eleonora de Toledo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.