In un’intervista a L. Pecchioni sul sito Enigma si parla anche delle ultime attività del gruppo Video & Archeos.

(…) Eppure tu stesso hai lavorato in video su soggetti mitologici e ancora oggi questi temi mitici sono chiamati in causa in tante ricerche di Video & Archeos.

Occuparsi di mitologia, per me, non ha significato necessariamente promulgare il mito, proteggerlo o rafforzarlo. Al contrario, per così dire, i temi mitici possono essere considerati come gli antichissimi nemici della ‘lucidità’, sorta di “parassiti cosmici” a cui ogni nostro gesto, nella ricerca dell’illusione del presente (e in ogni utopia in generale), rischia di conformarsi.

Qualsiasi sceneggiatore americano potrebbe farti notare che il cinema spettacolare corrisponde agli archetipi del mito, e che i tipi di personaggi possibili sono un numero limitato, così come le funzioni e le soluzioni narrative. Quindi il cinema è essenzialmente mito, inteso in senso omerico. Per certi versi è vero: al di fuori di questo contesto non esiste probabilmente più il dramma, lo spettacolo, e nemmeno la commedia. Ma forse  può cominciare una ricerca esistenziale di qualche (…) Leggi l’intervista

shares