San Salvatore a Settimo – evoluzione dell’abbazia

12,00

di Andrea Dolfi

La Badia di San Salvatore a Settimo è stata una delle più importanti abbazie del territorio fiorentino, e conserva ancora oggi le tracce architettoniche del suo grande passato.Gestita da Benedettini e Cistercensi, ha visto il passaggio di importanti personaggi della storia ecclesiastica come San Giovanni Gualberto e Pietro Igneo. Oggi circondata dall’area industriale di Scandicci e spesso esclusa dagli intinerari turistici, la Badia rappresenta un microcosmo di sicuro interesse archeologico; le sue origini si installano infatti nell’antica centuriazione romana, ancora riconoscibile nel tessuto viario della zona (…)

Descrizione

SAN SALVATORE A SETTIMO
Evoluzione dell’Abbazia
Quaderni d’archeologia fiorentina, P&A, 2011
29×21,80 pg.70

La Badia di San Salvatore a Settimo è stata una delle più importanti abbazie del territorio fiorentino, e conserva ancora oggi le tracce architettoniche del suo grande passato.
Gestita da Benedettini e Cistercensi, ha visto il passaggio di importanti personaggi della storia ecclesiastica come San Giovanni Gualberto e Pietro Igneo.
Oggi circondata dall’area industriale di Scandicci e spesso esclusa dagli intinerari turistici, la Badia rappresenta un microcosmo di sicuro interesse archeologico; le sue origini
si installano infatti nell’antica centuriazione romana, ancora riconoscibile nel tessuto viario della zona.
In San Salvatore a Settimo – evoluzione dell’Abbazia, l’autore procede nell’analisi delle strutture architettoniche del complesso avvalendosi di ricostruzioni grafiche e modellistiche, e proponendo alcune interessanti ipotesi su quello che poteva essere l’aspetto dell’abbazia in epoca medievale

Andrea Dolfi è nato a Badia a Settimo quarantotto anni fa ed è impiegato presso una grande società multinazionale come analista commerciale. Appassionato di storia ha dedicato l’ultimo
periodo allo studio del materiale riguardante la Badia di Settimo per la realizzazione di alcuni modelli in scala.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “San Salvatore a Settimo – evoluzione dell’abbazia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares