Quando Halloween non c’era

9,80

Nato dall’urgenza di raccogliere dei frammenti d’infanzia, questo libretto è un viaggio breve nella memoria che restituisce cartoline di quadretti toscani tratti da un ambiente contadino oggi irrimediabilmente perduto.

Categoria: Tag: Product ID: 3879

Descrizione

di Daniela Braccini pp. 115, 15×21 cm.

Nato dall’urgenza di raccogliere dei frammenti d’infanzia, questo libro è un viaggio breve nella memoria che restituisce cartoline di quadretti toscani tratti da un ambiente contadino oggi irrimediabilmente perduto. Il filo conduttore che lega insieme, fra una riflessione e l’altra, una manciata di piccole storie dal sapore antico, è il sentimento della paura: un sentimento sfuggente, arcano e sotterraneo che confina con l’attrazione per la magia, parla con un mondo terreno ma strizza un occhio all’Aldilà. Ma perché l’uomo ha paura? Di che cosa si ha paura e come ci siamo difesi fino ad oggi? Le risposte non sono semplici né esaurienti. Una cosa in compenso risulta convincente: riti e tradizioni che per secoli hanno fatto da argine alla paura quotidiana dell’ignoto e della morte, si fondavano sul pensiero che la natura ha un’anima, come l’individuo e gli dei. Dobbiamo chiederci se spezzare questo equilibrio significhi davvero ottenere solo vantaggi o se dobbiamo mettere in conto di perdere qualcosa di importante…

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Quando Halloween non c’era”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares