L’uomo che sfidò l’Agraria

12,00

Otello Terzani: l’uomo che sfidò l’Agraria
di Vito De Meo
Prodotto da Gruppo Salingolpe

Il libro intende valorizzare un periodo storico comunemente conosciuto come “l’avvento del fascismo” in Italia, e che fu, per il paese di Castellina in Chianti, di estrema importanza sociale e politica. A raccontare direttamente i drammatici momenti di questo periodo è Otello Terzani, scalpellino originario di Arcidosso, inflessibile antifascista, i cui ricordi datti- loscritti ci permettono, finalmente, di avere una visuale chiara e precisa dei primi attacchi squadristi avvenuti nel senese. Il 4 novembre 1920, segna per Castellina in Chianti l’inizio del periodo fascista. “Castellina fu il primo comune in Italia a cadere nelle mani dei fascisti. Anche a distanza assai lunga di tempo, io rammento benissimo lo svolgimento delle cose di quel 4 novembre nefasto e del giorno successivo: perché vi partecipai in prima persona […]” (Otello Terzani).

 

Categorie: , Tag: , , , , , , Product ID: 6386

Descrizione

OTELLO TERZANI: L’UOMO CHE SFIDO’ L’AGRARIA
di Vito De Meo

Prodotto da Salingolpe – GruppoArcheologico Castellina in Chianti
Nuova diffusione a cura di Press & Archeos

15×21, 84 pp. foto a colori,  €12,00
978-88-96876-87-9

Il libro intende valorizzare un periodo storico comunemente conosciuto come “l’avvento del fascismo” in Italia, e che fu, per il paese di Castellina in Chianti, di estrema importanza sociale e politica. A raccontare direttamente i drammatici momenti di questo periodo è Otello Terzani, scalpellino originario di Arcidosso, inflessibile antifascista, i cui ricordi dattiloscritti ci permettono, finalmente, di avere una visuale chiara e precisa dei primi attacchi squadristi avvenuti nel senese. Il 4 novembre 1920, segna per Castellina in Chianti l’inizio del periodo fascista. “Castellina fu il primo co- mune in Italia a cadere nelle mani dei fascisti. Anche a distanza assai lunga di tempo, io rammento benissimo lo svolgimento delle cose di quel 4 novembre nefasto e del giorno successivo: perché vi partecipai in prima persona […]” (Otello Terzani).

Vito De Meo, durante gli studi universitari ha approfondito discipline quali l’Archivistica, la Filologia e la Storia Medievale, Moderna e Contemporanea. Fin da subito si è dedicato alla ricerca storica del territorio in cui vive, il Chianti, pubblicando studi riguardanti quest’area e realizzando ricerche storiche, catastali, genealogiche per privati cittadini e aziende, cercando di ribadire l’importanza della ricerca e della conoscenza storica (spesso ignorata e inedita) come elemento di valorizzazione da utilizzarsi in ambito turistico e commerciale.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “L’uomo che sfidò l’Agraria”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares