Le rose

12,00

Cura e traduzione di Mario Ajazzi Mancini

Scritte direttamente in francese, tra il 1924 e il 1926, dopo la grande esperienza delle “Elegie Duinesi” e dei “Sonetti a Orfeo“, “Le rose” tornano dichiaratamente sul mistero del canto che sorge dal “cuore segreto della Terra”. In esse racchiuso e manifestato come una “unità” dei discordi. Contraddizione tanto “pura” quanto apparente, infinita presentazione senza esaurimento. Aperte e chiuse, prossime e lontane, piene e vuote, morte e vive … Le rose fioriscono e si sfogliano come centro orfico – inaudito, in quanto se ne ascolta soltanto l’eco remota – che sancisce la nascita del poema per un ascolto che rinnova – sia pure al limite estremo – la scrittura poetica, esentandola dalla responsabilità soggettiva, per affidarsi soltanto alla traccia infinita del dio perduto, come a un evento di natura: “un altro fiato, un respiro nel Dio, un vento”.

Categoria: Tag: , , Product ID: 7152

Descrizione

LE ROSE
di Rainer Maria Rilke
cura e traduzione di Mario Ajazzi Mancini
Press & Archeos, Firenze 2021
ISBN 978-88-32211-67-2
23×19,8, brossura, carta avoriata, pp. 84

Scritte direttamente in francese, tra il 1924 e il 1926, dopo la grande esperienza delle “Elegie Duinesi” e dei “Sonetti a Orfeo“, “Le rose” tornano dichiaratamente sul mistero del canto che sorge dal “cuore segreto della Terra”. In esse racchiuso e manifestato come una “unità” dei discordi. Contraddizione tanto “pura” quanto apparente, infinita presentazione senza esaurimento. Aperte e chiuse, prossime e lontane, piene e vuote, morte e vive … Le rose fioriscono e si sfogliano come centro orfico – inaudito, in quanto se ne ascolta soltanto l’eco remota – che sancisce la nascita del poema per un ascolto che rinnova – sia pure al limite estremo – la scrittura poetica, esentandola dalla responsabilità soggettiva, per affidarsi soltanto alla traccia infinita del dio perduto, come a un evento di natura: “un altro fiato, un respiro nel Dio, un vento”.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le rose”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *