Il Chianti di Michelangelo

15,00

Tra le piccole realtà del Chianti Classico, l’essenza di un grande territorio da sempre legato alla viticoltura, esiste l’Antico Podere Casanova, oggi proprietà della famiglia di Ezio Bucciarelli. Il podere di Casanova fu apprezzato e rilevato, insieme a tutta la Tenuta La Torre, dal divino Michelangelo Buonarroti e per suo conto dal nipote Leonardo, con atto del 18 giugno 1549.
Poco prima, il 25 aprile, il celebre scultore così scrisse al nipote: «Circa il podere di Chianti, io dico che a me piace più presto di comperare che tener danari; e se detto podere è cosa buona, a me pare da tôrlo a ogni modo e massimo [es]sendo buon sodo, come mi scrivete (…)».
Lo studio di questa località ci rende una visione inedita di Michelangelo e della sua famiglia, testimoniandone il legame con i paesaggi d’origine, da sempre fonti d’ispirazione per artisti e poeti.

Categoria: Tag: , , , , Product ID: 6878

Descrizione

Il Chianti di Michelangelo. Storia e storie dell’antico Podere Casanova di Castellina in Chianti
di Vito De Meo, Press & Archeos, Firenze 2020
in collaborazione con Bucciarelli, Gruppo Salingolpe, Comune di Castellina in Chianti
€ 15,00 ISBN 978-88-32211-18-4
Dimens. 14,8×21, carta patinata, copertina lucida, illustrazioni a colori, pp. 114

Tra le piccole realtà del Chianti Classico, l’essenza di un grande territorio da sempre legato alla viticoltura, esiste l’Antico Podere Casanova, oggi proprietà della famiglia di Ezio Bucciarelli. Il podere di Casanova fu apprezzato e rilevato, insieme a tutta la Tenuta La Torre, dal divino Michelangelo Buonarroti e per suo conto dal nipote Leonardo, con atto del 18 giugno 1549.
Poco prima, il 25 aprile, il celebre scultore così scrisse al nipote: «Circa il podere di Chianti, io dico che a me piace più presto di comperare che tener danari; e se detto podere è cosa buona, a me pare da tôrlo a ogni modo e massimo [es]sendo buon sodo, come mi scrivete (…)».
Lo studio di questa località ci rende una visione inedita di Michelangelo e della sua famiglia, testimoniandone il legame con i paesaggi d’origine, da sempre fonti d’ispirazione per artisti e poeti.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il Chianti di Michelangelo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares