La Madonna del latte e un Galgano «inedito»

cop_PAG_castellinaLA MADONNA DEL LATTE DI CASTELLINA IN CHIANTI (XV sec.)
STORIA, STUDIO, RESTAURO

A cura di Vito De Meo
editore SALINGOLPE
17×24, pp. 173, foto a colori

Il quattrocentesco affresco della Madonna del Latte con angeli e i santi Giovanni Battista e Galgano, attribuito alla bottega fiorentina di Bicci di Lorenzo e, recentemente, al Maestro di Signa suo allievo, è il bene culturale, di tipo artistico, più importante della comunità di Castellina in Chianti. Il più antico ad essere ancora presente nel luogo di origine, cioè nella chiesa del SS. Salvatore, e quotidianamente fruibile al pubblico. Un’opera artistica meravigliosa per fattura, caratteri stilistici, iconografia e che testimonia, anche in questo piccolo ma suggestivo angolo di mondo, un evidente segno dell’esteriorità religiosa presso il quale, per ben sei secoli, il popolo si riuniva e si riunisce tutt’oggi con profonda devozione, creando momenti di riflessione e cordiali occasioni di aggregazione sociale.

 madonna-castellina_03

madonna-castellina_02-galgano_ristr

L’icona castellinese incuriosirà i lettori abituali del nostro sito per la presenza di una rara immagine di Galgano di Chiusdino, santo di cui ci siamo più volte occupati attraverso articoli, libri, documentari.
L’immagine, in linea con l’iconografia tradizionale, presenta al contempo dei dettagli originali e di sicuro interesse.

Visi ta il blog del Gruppo Archeologico Salingolpe




shares