I Draghi di Toscana


I DRAGHI DI TOSCANA

MITI CRISTIANI, SUPERSTIZIONI PAGANE,
EROI E FAUNA DI UN’AVVENTURA SIMBOLICA

Toscana: terra di artisti, di eroi, di santi e…di draghi.
La presenza di questi esseri mitologici, generalmente associati alle fiabe nordiche e al mondo fantasy, è alquanto diffusa nei territori d’Etruria. I dolci colli di Toscana, Umbria e Lazio hanno covato nei loro meandri esseri putridi e alchemici, nonché gli ambigui eroi, sospesi tra paganesimo e cristianesimo, che li annientarono. E non si tratta solo di novelle: talvolta queste presenze si sono fatte reali lasciando tracce indelebili, persino reliquie.

Ma quali ragioni si celano dietro la proliferazione di rettili fantastici in questi territori? La ricerca sull’argomento, ancora in gran parte inesplorato, ci ha condotto a spiegazioni curiose e articolate. La Toscana stessa, da questo punto di vista, risulta sfuggente e intimamente irrequieta, dotata di un drago ‘di una razza tutta sua’.

tra gli argomenti trattati:
IL DRAGO DELLA SELVA DI SANTA FIORA
SAN GUGLIELMO DI MALAVALLE
SAN GIORGIO RIFUGIATO A MONTORGIALI
IL SERPENTE REGOLO E L’ARCHETIPO DEL PICCOLO RE
IL DRAGO DI SAN DONATO E LA SALIVA LETALE
CRESCENZIANO, I DRAGHI APPENNINICI E L’ESERCITO ROMANO
IL DRAGO ALATO DI MONTECRISTO
SAN VERANO E LA PESTE DI PECCIOLI
L’ACCESA, UNA LOCHNESS IN TOSCANA
IL DRAGO GERIONE, TRA STORIA E LETTERATURA
e tanti altri


a cura di
PRESS & ARCHEOS

ISBN 978-88-96876-16-9
120 pagine

€ 9,50

ACQUISTA
(pagando in contrassegno, postapay o paypal)

(solo Paypal o Carta di Credito)

torna al catalogo


shares